domenica 6 settembre 2015

Sapete quando ve ne state li, senza niente da fare e iniziate ad avere le idee più strane, ad interessarvi alle cose più disparate, a pensare a tutto e a niente allo stesso tempo? 
Beh, ecco come sono arriva qui, adulta e laureata ma senza niente da fare! :(
Così mi sono detta: perché non cercare di trovare qualcosa da fare che mi permetta anche di rispolverare ciò che già so e imparare allo stesso tempo quello che ancora non so? Che mi permetta di svuotare la mente in maniera costruttiva? E perché non trovare un modo di farlo che mi permetta anche di stare in contatto con la gente?
Ora, se leggete in giro post e articoli su come fare per creare un blog, la prima cosa che tutti suggeriscono è (ovviamente) scegliere un argomento, un topic di cui avete profonda conoscenza, su cui potete sbizzarrirvi, su cui puntare per attirare il giusto audience, appassionati ed esperti "del settore" che seguano il vostro lavoro e vi diano feedback e supporto. 
Io non riuscivo a scegliere, però ho pensato: i miei studi si sono rivolti a comunicazione e marketing per le industrie creative(moda soprattutto, però non farò la fashion blogger!!), ma sono anche appassionata di informatica e tecnologia, cucina, musica, teatro, cinema. Basterà trovare un modo per legare il tutto!
E di punti in comune in realtà ce ne sono parecchi: il marketing, la pubblicità, la stampa, il design, lo styling, l'immagine, e ovviamente(perché ormai non esiste niente senza) i social network.
In quei post e articoli di cui vi parlavo prima dicono anche di porvi un obbiettivo, di decidere cosa volete realizzare attraverso il blog: il mio obbiettivo è quello di passare il tempo facendo qualcosa di costruttivo, di condividere qualcosa e magari approfondirla, grazie o insieme ad altri, e imparare qualcos'altro, seguendo input o solo per trovare qualcosa da scrivere.
Beh in realtà diciamo che tutto questo è un  vero e proprio esperimento per me: mi ha sempre incuriosita il mondo dei blog, ma non pensavo di essere capace di portarne avanti uno, ma adesso ho deciso di provare, un pò per noia, un pò per voglia di fare e curiosità!
Ora, dopo questo monologo introduttivo, per ora vi lascio(finalmente direte)!
Alla prossima! ;) 





You know when you stand there, with nothing to do and you start to have the strangest ideas, you start to be interested in many different things, to think about everything and nothing at the same time?
Well, that's how I get here, an adult with a degree but nothing to do! :(
So I said to myself: why not try to find something to do that would allow me to brush up what I already know and learn, at the same time, what I still don't know? Clear my mind in a constructive way? And why not find a way to do all this that would also allow me to be in touch with people?
Now, if you read around posts and articles on how to create a blog, the first thing they all suggest is (of course) to choose a argument, a topic that you have deep knowledge of, to attract the right audience, fans and experts "in the industry" that follow your work and give you feedback and support.
I could not choose, but I thought: my studies have turned to communication and marketing for the creative industries (especially fashion, though I will not do the fashion bloggers !!), but I'm also passionate about computers and technology, cooking, music , theater, cinema. I just have to find a way to tie it all!
And of commonalities actually there are several: marketing, advertising, the press, design, styling, image, and of course (because now there is nothing without) social networks.
In those posts and articles I mentioned before they also say to put a target, to decide what you want to achieve through the blog: my goal is to spend time doing something constructive, something to share and maybe deepening, thanks or together with others, and to learn something else,thanks to others input or just to find something to write about.
Well actually we can say that this is a real experiment for me: I was always curious about the world of blogs, but I never thought of being able to carry on with one, but now I decided to try, a little bit for boredom, a little for want to do and curiosity!
Now, after this introductory monologue, for now I leave you (finally you say)!

See you next time! ;)